COMITATO PARI OPPORTUNITA' MASCHILI
Osservatorio imparziale per la difesa del genere maschile.
Denunciamo le ingiustizie, i sopprusi e le discriminazioni effettuate dal nazi-femminismo di oggi a danno degli uomini
.
Il nostro Statuto
Al Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano
Le scrive Massimo Giacò Calabrese, vice presidente del Comitato Pari Opportunità Maschili, per chiederLe un incontro o almeno per prendere in serio esame la presente istanza.
Auspichiamo che quando esaminerà il decreto di manovra finanziaria possa agire per eliminare l.ennesimo torto e discriminazione feroce ai danni del genere maschile.
L.UE di recente ha pressato per adeguare l.età pensionabile a 65 anni anche per le lavoratrici del pubblico impiego e lo Stato italiano si adeguerà nel 2016, altri 5 anni.
Ora, in un momento di gravissime difficoltà di bilancio lo Stato italiano prende in giro gli uomini varando un adeguamento dell.età pensionabile per le donne nel privato a partire dal 2020 fino al 2030.
Ci consenta di definire tale provvedimento una squallida e ridicola presa in giro, una vera canzonatura, è mai pensabile che in un decreto d.urgenza si adottino provvedimenti che inizieranno i primi labilissimi effetti nel 2020?
E. sconcertante che si ritenga giusto ed opportuno fermare la rivalutazione delle pensioni di importo netto di circa 1000 euro, ma non elevare da subito a 65 anni l.età delle donne lavoratrici, che occupano anche professioni ben remunerate.
Pretestuose sono le argomentazioni di essere ripagate delle attività domestiche svolte in giovane età, considerando che in Italia vi sono circa 3 milioni di badanti e colf e 6 milioni di single.
Le discriminazioni verso le donne sono false e Le saremmo grati se ci consentisse di partecipare a dibattiti, incontri o ad essere consultati nelle commissioni parlamentari per esporre i VERI dati.
Nel pubblico impiego le donne superano il 54% con punte di oltre l.80% nel ministero della Salute e ministero della Pubblica Istruzione, nel modo del lavoro privato oscillano tra il 44 e 46%, considerando che per ovvie ragioni di inidoneità non si impiegano nella cantieristica navale, edilizia, trasporti, estrazione ecc.
Già nel 2007 in una seduta del parlamento europeo esponenti femministe italiane legate ai comitati del Ministero per le pari opportunità lessero un documento nel quale dichiaravano di non essere discriminate in nessun settore, nulla è loro precluso e che possono puntare a qualsiasi obiettivo, ma hanno bisogno delle quote e di privilegi per .crederci., per motivarsi a tentare.
La conferma
a ciò la può visionare nella puntata di Porta a Porta del 12/4/2011, nella quale è esplicitamente dichiarata l.inesistenza di discriminazioni o di ostacoli alle donne e sono presenti ai massimi livelli.
CHIEDIAMO DI PORRE FINE A QUESTE INARRESTABILI DISCRIMINAZIONI E PREVARICAZIONI NEI CONFRONTI DEL GENERE MASCHILE.
CHIEDIAMO UGUAGLIANZA E PARITA. DI DIRITTI.
Vogliamo che gli uomini non debbano lavorare 5 anni in più e pagare per 5 anni contributi previdenziali in più alle donne, per poi percepire quella stessa pensione che esse godono da 5 anni prima. E. un costo che grava su tutta la collettività e non comprendiamo perché le lavoratrici pubbliche saranno equiparate nel 2016, mentre quelle private nel 2030
Watch live streaming video from telemaschio at livestream.com
Siamo tutti Dominique Strauss-Kahn
SIAMO STUFI di POLITICI UOMINI INETTI
HANNO RIDOTTO il GENERE MASCHILE come CANI BASTONATI
La violenza sulle donne è frutto del ruolo maschile divenuto marginale, umiliato, impotente e carico solo di obblighi verso l.altra metà e la famiglia, a cui la società pilucratica lo ha da anni relegato.
Le vessazioni umilianti che i mariti subiscono dalle cause divorzili con collegi giudicanti quasi tutti femministi, portano il nostro Osservatorio in materia a rilevare che tutti questi mariti esasperati esprimono la tentazione di uccidere l.ex moglie.
SIAMO ESASPERATI
Siamo tutti Dominique Strauss-Kahn
Per un.improbabile violenza sessuale è stato condannato a 50 anni di carcere, la giudicessa gli nega gli arresti domiciliari ed il giudice (uomo) d.appello li concede, ora è innocente dopo essere stato messo alla gogna televisiva, ammanettato. Dell.accusatrice la polizia ha protetto l.immagine e le sue responsabilità?
Perché . perché ... l.età pensionabile per le donne nel 2030?????
Perché la donna acquisisce il diritto di pensione 5 anni prima dell.uomo, lavorando e versando 5 anni di contributi in meno per percepire uguale pensione;
Perché nel 94% degli affidamenti congiunti, figli e casa sono attribuiti alle donne e gli uomini finiscono in macchina ed in povertà;
Perché le carabinieresse della Carfagna per lo stalker uomo eseguono arresto e carcerazione, mentre per le stalker donne (32%) solo ammonimento;
Perché il 40% di stupri denunciati sono falsi con le responsabili impunite;
Perché la donna può sconoscere i figli, mentre l.uomo è sempre obbligato al riconoscimento;
Perché in giudizio e per le Autorità la parola di una donna vale 100 volte più di quella di un uomo;
Perché gli annunci di lavoro per legge devono essere destinati prima alle donne;
Perché a parità di reato commesso, le donne sono sempre condannate a pene più lievi di un 30%;
Perché le madri assassine o pedofile non finiscono in galera, mentre gli uomini si beccano 30 anni;
Perché è prevista la preferenza di genere, per assicurare l.eleggibilità di donne;
Perché vi sono le quote rosa nelle liste elettorale, nonostante non siano votate dalle
stesse donne;
Perché le autiste del trasporto pubblico sono assunte con graduatorie per sole donne;
Perché vi sono quote rosa per poliziottesse, carabinieresse e militaresse, totalmente inabili al servizio e con regolamenti scandalosamente discriminanti per gli uomini;
Perché le politiche femministe scandinave che fanno scuola, puniscono solo i clienti delle prostitute;
Perché le prostitute non pagano le tasse;
Perché le denunce di violenza domestica con lesioni provocate da donne sono per statistica molto più numerose di quelle provocate da uomini, ma si tace;
Perché in TV lavorano esclusivamente donne, negando agli uomini persino il ruolo di annunciatore;
Perché negli ipermercati, nell.industrie microelettroniche, nelle scuole si prediligono le donne;
Perché i potenti si circondano di privilegiate donne disponibili, che razziano ogni risorsa accessoria stipendiale e privilegi;
Perché nei locali di divertimento, nei musei, sui siti d.incontro, sui treni, sugli skipass le donne accedono gratis soprattutto l.otto marzo;
Perché la Bindi e Turco da ministre si circondano di solo collaboratrici, epurando i propri uffici dagli uomini, relegando i pochi superstiti al ruolo di lacchè;
Perché nessuno denuncia la profonda misandria della casta rosa;
Perché si conosce la parola “misoginia”, ma non “misandria”;
Perché una donna che uccide i propri figli è ammalata, mentre l.uomo è un mostro;
Perché i corsi di autodifesa vedono solo donne parteciparvi per difendersi dagli uomini, ma sono arruolate nelle FF.AA. e polizia
per tutelare l.ordine e la nazione;
Perché c.è la festa della donna a ricordare 8 donne morte nell.incendio di una fabbrica, ma non vi è ricorrenza per i circa 1300 uomini che ogni anno muoiono sul lavoro in Italia e 30.000 infortuni permanenti, nessuna celebrazione per gli oltre 8.372 uomini trucidati a Srebrenica (1995) posti sotto l.arrendevole protezione delle FF.AA. olandesi (U.N.) composte anche da militaresse e gay;
Perché i Misseri, i Matthias Schepp in quanto uomini sono subito mostri e degni della pena di morte, mentre le Sabrina, le Mariella Colombo sono compatite, tollerate e sostenute dai media;
Perché si tollera il consolidato stereotipo di parlar bene delle donne e solo male degli uomini;
Perché si condanna la pubblicità che usa il corpo delle donne (consenzienti) e non quella dove l.uomo è ridicolizzato;
Perché le campagne di prevenzione sanitaria sono solo esclusivamente per le donne;
Perché una donna che prende un uomo a calci è una cosa divertente ed ammirata;
Perché le imprenditrici pagano l.energia elettrica meno degli uomini;
Perché gli alloggi per studenti fuori sede sono solo per le donne;
Perché a nessuno gli frega niente che l’80% dei suicidi siano uomini;
Perché l.assenteismo è femminile ed è taciuto e la Garfagna bacchetta Brunetta per averlo rivelato;
Perché tutte le gravidanze sono a rischio fittizio con assenze medie dal lavoro di due anni;
Perché solo una donna a 30 anni puòventare ministro o presidente della Camera senza meriti;
Perché solo una donna (Santanchè) può insultare un uomo (Vauro) per 40 minuti e chiedere alla Gruber di far star zitti “questi maschi”;
Perché non ne possiamo più di pubblicità, film, telefilm e video musicali dove l’uomo è deriso, picchiato, insultato e umiliato, e la cosa dovrebbe far ridere, far spettacolo;
Perché le assicurazioni RCA continuano ad essere più care per gli uomini, nonostante una sentenza;
Perché “femminista” ha un’accezione anche positiva, mentre “maschilista” solo negativa

Blog di Salvatore Marino
Maschio 100% su Google +
UN ESEMPIO DA IMITARE: Vittima di calunnia femminista denuncia comune: 30 milioni di dollari di risarcimento.
Un genocidio silenzioso scandito dall'odio misandrico
LE NAZI-FEMMINISTE DOMINANO I MASS MEDIA
Ormai le femministe si sono accasate a Matrix, verrà eletto il programma più criminale femminista dell’anno, sta superando anche Italia sul due e Pomeriggio Cinque.

Ancora una puntata sulla violenza sulle donne, con le solite parolone:”Quando il mostro è dentro casa”, ma c’è da chiedersi chi è il mostro.

Addirittura prendono come spunto iniziale l’attentato a Brindisi, per parlare di violenza sulle donne,c’era da aspettarselo da merdacce del genere, da persone che non valgono neanche una cicca di sigaretta, allora io vorrei chiedere a loro:”e tutti gli uomini che sono morti in attentati del genere?Quella allora è violenza contro l’uomo?”

Mi sono proprio rotto i cognioni, è ora di finirla, loro dicono “una donna ogni due giorni viene ammazzata” allora io vi rispondo: due uomini al giorno vengono ammazzati, mi dite come cazzo muoiono tutti sti uomini?E soprattutto quanti sono quelli che vengono ammazzati da donne?

In Italia muoiono 4 uomini e 1 donna per omicidio questi sono i dati ufficiali, vogliamo fare qualche cazzo di puntata di Matrix sulle violenze che subiscono gli uomini?Anche dalle donne?Quello che subiscono per esempio i Padri separati, ne vogliamo parlare? Le persecuzioni della legge che subiscono gli uomini per denunce di donne(mostri) di false violenze e falsi stupri ne vogliamo parlare?A proposito i dati ufficiali dicono che almeno l’80% delle denunce che fanno le donne per violenze subite in famiglia da uomini sono in realtà false violenze usate dalle donne sposate come ricatto per ottenere la separazione e tutti i privilegi che noi sappiamo che la legge da alle donne in questi casi, per non parlare dei falsi stupri, fonti non ufficiali parlano di almeno il 90%.

A proposito di mostri in casa, pare che in media in Italia ci sono trenta casi all’anno di madri che uccidono i figli ed è un dato che riguarda quasi esclusivamente le donne, perché di questo non si parla mai?Addirittura pare che i bambini muoiono più per mano di madri assassine che per la guerra.

Per non parlare del fatto che comunque sia, molti uomini subiscono violenze fisiche e psicologiche dalle donne.Ma ovviamente questo dato rimane nascoso, eppure i casi sono tanti.

Le violenze e gli omicidi che subiscono gli uomini dalle donne tocca andarseli a cercare su qualche giornale locale o su internet, ma nei giornali nazionali e nelle reti televisive nazionali questa cosa non viene mai messa in risalto.Certo altrimenti decadrebbe l’ideologia femminista in cui è sempre la donna vittima e l’uomo carnefice.

Senza considerare il fatto che molti sopportano persecuzioni e violenze dalle donne senza denunciare, perché magari si vergognano e pensano di non essere considerati uomini, mentre una donna non vede l’ora di denunciare un uomo, tanto che se lo inventa pure di subire violenza come ho spiegato prima, eppure nonostante questo le merdacce di associazioni femminili continuano a stimolare le donne a denunciare quando invece l’unico a dover essere stimolato a denunciare dovrebbe essere l’uomo.

IL NEO-MASCHILISMO
Germania, arriva l'ombudsman per le pari opportunità maschili.
Nelle società postindustriali il nuovo sesso debole non sembra più essere la donna, ma l'uomo. E la Germania ha lanciato una proposta piuttosto provocatoria, l'istituzione di una nuova figura che si prenda cura delle pari opportunità per gli uomini. Si tratta dell'ombusdman, un incaricato governativo.
Si è parlato di questa figura nel corso del congresso sulla condizione maschile, dal titolo 'Nuovi uomini. Ma è davvero necessario? Dibattito sull'approccio degli uomini a sentimenti ed emozioni', che si è tenuto all'università Heinrich Heine di Duesseldorf. Il sociologo Klaus Hurrelmann ha spiegato <http://www.repubblica.it/esteri/2010/02/25/news/berlino_maschio_crisi-2421175/>: 'La promozione delle pari opportunità negli anni Sessanta e Settanta è stata un successo, ma inevitabilmente le donne hanno vinto a spese degli uomini. Ci siamo dimenticati di loro, associandoci alla lotta del femminismo e delle donne'.

Le nostre denunce
LINKS E SITI WEB SUL TEMA